La forza dell'artigianato salentino

Accanto a un turismo ormai centro nevralgico dell’identità economica del Salento, va confermandosi con vigore un altro settore che da molto più tempo porta dinamismo e forza all’economia del posto, quello dell’artigianato. Un tempo l’artigiano era il professionista rinomato del paese, il mastro che porta avanti una tradizione familiare diventando simbolo della comunità che lo accoglie. Oggi tale prospettiva cambia. I movimenti globalizzanti, le forze unificatrici, la sovra cultura planetaria che omologa e accorcia le distanze ha fatto sì che, in naturale contrapposizione, si cercasse di ribadire, proteggere e salvare le radici locali, i tratti distintivi, le peculiarità territoriali e di cui l’artigiano è vessillo più pregnante. Da questa nuova matrice trae linfa l’artigianato salentino, quello che sopravvive nelle piccole botteghe custodi di un retaggio straordinario.

La cartapesta, la pietra leccese, la ceramica e il ferro battuto sono le risorse prime, il tocco del maestro la catena di montaggio, turisti e locali che si lasciano sedurre il target di riferimento. C’è di eccezionale che non c’è stata un’evoluzione particolare nei metodi né nelle attrezzature utilizzate, non è arrivata l’informatica a rivoluzionare i laboratori, il web 3.0 non ha cambiato fisionomia alle opere. I manufatti artigianali aumentano anche di valore, perché nel frattempo è mutato il modo di attribuirlo. La cartapesta ha preso piede perché, nella povertà del posto, essa si proponeva come materia semplice da ottenere e poco costosa, mentre oggi a dare valore sono rarità, tempo speso, virtù del demiurgo che plasma e modella. La pietra leccese era una risorsa che si concedeva da sé, fuoriuscendo dal terreno spontaneamente, ed oggi è resa materiale ricco, ricercato ed esportato in tutto il mondo. Allo stesso modo terracotta, ceramica e ferro, materiali antichissimi e ricchi di storia, si svincolano da una tradizione atavica e diventano nuovo modo di celebrare la modernità, con un gusto un po’ all’antica.

Abbiamo aggiornato la nostra politica privacy in linea con il GDPR in vigore dal 25 maggio 2018. Inoltre questo sito utilizza i cookie: Leggi l'informativa completa